Dolci di Natale : Chinuliddre e Turdiddri calabresi

Dolci di Natale : Chinuliddre e Turdiddri calabresi

Dolci di Natale. Queste sono le Chinuliddre calabrese al forno, farcite con confettura di uva, li facciamo anche fritte ma cosi’ sono anche buone. Solitamente sono dolcetti che si preparano , secondo tradizione calabrese, nel periodo Natalizio . Ecco quindi la ricetta:

Chinuliddre al forno
170g di farina “00”,
un uovo più un tuorlo,
35g olio di olive, circa 2 cucchiaia,
20ml di Anice,
50g zucchero semolato,
½ cucchiaino di lievito per dolci,
½ cucchiaino di cannella in polvere,
il ripieno quello tradizionale è la mostarda di uva con noci tritate e mandorle a filetti, oppure se Chinuliddre calabresi al forno preferite altra marmellata .
Nel mixer elettrico sbattete l’uovo e il tuorlo con lo zucchero fino a renderli spumosi, aggiungete alle uova l’olio d’oliva, poi l’anice e poi la farina che avrete precedentemente setacciato con il lievito e la cannella, continuate a mescolare con le fruste, levate l’impasto dal mixer e finite di impastare a mano, quando avrete un impasto liscio e sodo coprite con la pellicola e mettete in frigo per un’ora. Quando siete pronte per cuocere le Chinuliddre, tirate la sfoglia con la macchinetta della pasta al n. 1,3,5 successivamente in modo da ottenere una sfoglia molto fine, tagliate con un tagliapasta dal diametro di 10cm, mettete un cucchiaino del ripieno preferito ripiegate il disco a mezzaluna ritagliate con un altro tagliapasta di 8cm e poi sigillate per bene con le dita, fate cuocere le Chinuliddre a forno riscaldato 180ºC per 10-15 minuti

Chinulidde di Ricotta


300g farina “00”
2 tuorli,
2 cucchiaia di olio,
125ml Cinzano Bianco
Olio di semi per friggere quanto basta
Ripieno
Mescolate 300g ricotta, 4 cucchiaia di zucchero a velo, 30ml di anice oppure altro liquore, la scorza grattugiata di un limone, mescolate bene.
Mescolate la farina, I tuorli, and l’olio d’oliva nel mixer elettrico con il gancio, aggiungete il vermouth un poco alla volta, dovrete avere un impasto abbastanza sodo, fate riposare l’impasto per un’ora nel frigo. Tirate la pasta con la macchinetta della pasta, al numero 1-2-4, tagliate dei cerchi di pasta dal diametro 10cm, mettete un cucchiaino di ripieno, al centro, piegate a mezzaluna e sigillate bene con un po di albume. Fate friggere nel l’olio ben caldo fino a quando i Chinuliddi sono dorati! Fate raffreddare e spolverate con zucchero a velo!

Turdiddri o Turdilli Calabresi


Farina “00” 800g
Vino rosso (Ciro’ oppure Chianti) 350ml
Olio d’oliva 180ml
Zucchero semolato 150g
Sale fino 10g
Cannella un pizzico
La scorza di una arancia
Olio di arachide per friggere
Vincotto 250ml
Fate scaldare il vino, l’olio e il sale e la scorza di arancia in una pentola, quando il vino bolle, toglietelo dal fuoco, fate stemperare e incorporate la farina precedentemente miscelata con lo zucchero, aggiungete la cannella e amalgamate per bene. Mettete l’impasto su una spianatoia e lavoratelo con le mani fino ad ottenere un impasto morbido e liscio.
Formate dei filoncini quando un police e tagliateli della lunghezza di 3-4cm, e schiacciateli con il riga gnocchi, procedete cosi’ fino a quando avrete usato tutto l’impasto.
Friggete i Turdiddri alla temperatura di circa 160ºC fate cuocere fino a quando sono dorati, scolateli e lasciateli raffreddare su carta da forno.
Nel frattempo fate riscaldare il vincotto e quando i Turdiddri sono freddi immergeteli nel vincotto bagnandoli da tutte le parti, mettetli su una gratella da pasticciere per qualche minuto e poi serviteli, potrete conservare i Turdiddri per circa 2 settimane.