Dolci tradizionali calabresi per la festa dei morti

Dolci tradizionali calabresi per la festa dei morti

FESTA DEI MORTI: RICETTE DELLA TRADIZIONE CALABRA

La tradizione popolare vuole che, durante la notte in cui vengono commemorati i defunti, si preparino dei dolcetti da lasciare a disposizione dei propri cari venuti a mancare, i quali visiterebbero il mondo dei vivi proprio durante questa magica notte.

La Calabria, come molte altre regioni italiane, ha fatto proprie le cosiddette fave dei morti: piccoli e morbidi biscotti di facile preparazione.

Per ottenere un quantitativo di fave dei morti sufficienti per 4 persone, procedete imburrando e infarinando una leccarda da forno.

FAVE DEI MORTI RICETTA

Disponete sul piano di lavoro la farina a fontana, al centro della stessa sistemate lo zucchero, le uova, le mandorle tritate, i pinoli, la buccia di limone, la grappa e la cannella; gli ingredienti dovranno essere lavorati fino ad ottenere una pasta omogenea.

Da tale impasto, ricavate dei rotolini di 1 cm di diametro, tagliateli a pezzetti – lunghi come una fava, appunto – e praticatevi al centro una fossetta.

Battete un albume, passatevi le fave, disponetele sulla leccarda e cuocetele nel forno preriscaldato a 160 ° per 30 minuti. Gli ingredienti necessari per creare questi dolcetti sono: 150 gr di farina, 150 gr di zucchero, 300 gr di mandorle pelate e tritate, 50 gr di pinoli, 2 uova, la buccia grattugiata di mezzo limone, 1 cucchiaio di grappa, 1 pizzico di cannella, 1 albume.

Sebbene la Calabria non possegga un gran quantitativo di dolci tipici della festa dei defunti, la tradizione italiana, nel suo complesso, ci offre un’ampia gamma di ricette da poter adottare anche in quelle regioni che, come la Calabria, scarseggiano in questo settore culinario.

LEGGI ANCHE PAN DEI MORTI