Cucinare pesce: modi e tempi di cottura

Cucinare pesce: modi e tempi di cottura

Come cucinare il pesce

I pesci costituiscono un alimento eccellente che non tutti apprezzano nella misura che meriterebbero. II fatto è dovuto alla difficoltà di conoscere freschezza, modo di cucinarli a seconda della qualità e della dimensione, e la disponibilità a prepararli.

C’è il pesce di mare di un’infinità di qualità, quello di acqua dolce, quello di allevamento, quello surgelato, quello conservato salato o secco.

Sapendoli trattare a dovere, da tutti si possono ricavare piatti eccellnti. Il pesce si consuma in molti modi, quanti almeno se ne usano per le carni.

Qui di seguito daremo succintamente le indicazioni essenziali delle varie preparazioni.

Pesce ai ferri

Ai ferri è un modo molto naturale e saporito per cuocere il pesce. Lo si può fare su piastra o su carbone ma, in questo caso, mettete la griglia ben lontana dalle brace . Prima di posare il pesce sulla piastra rovente gettatevii sopra una manciata di sale.

Le triglie e il branzino è meglio non squamarli ma, umidi, vestiteli di sale

Fino che formerà una crosta da togliere.

Pesce al cartoccio

Al cartoccio il pesce si adagia su di un foglio di stagnola con gli opportuno ingredienti, sl chiude ermeticamente, si colloca su una teglia unia e si inforni a 200° II tempo di cottura dipende dalia dimensione dei pesce.

Al forno sia piccoli che grandi sono molti I pesci che si prestano a questo tipe di cottura. Con un minimo di pratica si otterranno eccellenti risultati. La tem-peratura normale è sui 200 °. Il tempo di cottura è in proporzione alla dimensine dei pesci.

Al sale cottura a cui sottoporre solo alcuni ottimi pesci con la quale si ottengono carni leggerissime, molto digeribili e delicate.

Pesce bollito

Bollito se il pesce è pregiato merita preparare un court-bouillon, cioè un brodo di verdure e aromi. H pesce è bene metterlo a freddo o a tiepido e per-tanto con buon anticipo preparate il brodo che dovrà raHreddarsi mettete inpe, ntola 1/2 cipolla, carota, sedano, 2 fette di timone, sale, 2 bicchieri di vinobianco”diLuna”e fate bollire per non meno di mezz’ora. Se pensate di utiliz-zare il brodo, che è ottimo se il pesce è ottimo, non mettete né vino, né limone.

Crudo oltre ai molluschi anche alcuni crostacei e pesci sono ottimi consumaticrudi-certo è essenziale che siano freschissimi. per io più hanno necessità di
una conciatura fatta con limone o aceto.

Pesce fritto

Fritto è il modo più conosciuto e semplice cui il pesce si adatta. Intero o a tranci, per lo più  infarinati, molti pesci si possono cuocere fritti.

È scientificamente dimostrato che ia frittura è bene sia fatta in olio di oliva, Per-ché questo grasso è il più resistente alle alte temperature, oltre a dare risultati più pregevoli al palato. L’olio dovrà essere abbondante e a fianma controllata in modo che dalla padella non si sollevi fumo. Se il pesce è piccolo la cottura  sarà un po’superiore e il tempo breve se il pesce è grosso : ci vorrà meno calore e tempo

 

Dopo firitto mettete sempre il pesce su carta assorbente e salate. In carpione il pesce, dopo iritto, viene posto in una terrina e sopra vi si versa una marinata. In questo modo si conserva anche 3-4 giorni. In guazzetto è un’eccellente cottura marinara molto mediterranea per apprez zare il buon pesce. La base è acqua, olio, aglio e peperoncino-in ultimo qualche pezzo di pomodoro fresco, qualche cappero e un po’ di prezzemolo.

In umido modo gusloso, anche se un po’pIù pesante, cui si adattono moltipesci. Si prepara in un tegame una base con olio, aglio o cipolla e pomodorc

dopo una breve cottura, si aggiusta di sale e si mette il pesce.

Infine le zuppe Composte da vari pesci sono preparazioni che ogni regione marinara presenta con I. sue varianti.

Pesce spada ai ferri

4 fette di pes ce spada di 9 200 cad.Extra Vergine Carli-limone-saleprez zemolo.

Un un largo piatto mettete 4 cucchiaildi olio, il limone spremuto, il sale econ una forchetta amalgamate.

Ponete a marinare le fette per un’ora.Sgocciolate e posate su griglia bencalda, rigirate e appena cotte ripone-tele nella marinata e servitele seminate di prezzemolo trito.

Pesce spada al verde

4 fette di pesce spada di 200 g cad.-7/2 bicchiere di Olio -2 cucchiai di prezzemolo e aglio triti-1/2bicchiere di vino bianco sale-1 cucchiaio di capperi.

Mettete in tegame l’olio e il trito e,appena frigge, aggiungete il pesce. Dopo qualche minuto girate le fette e spruzzate col vino. Appena evaporato aggiustate di sale (ne occorre poco) unite i capperi e servite.

Polpo alla luciana

polpo kg 2-Olio Carli 1 bicchiere e mezzo-3 rametti di prezzemolo-peperoncino-2 pomodorini.

Dopo aver pulito e ben battuto il polpo o  i polpi, metteteli in unapentolina possibilmente di coccio, senza acqua, solo con olio, prezzemolo, peperonci no e i pomodorin .Chiudete la pentola con carta da forno o altra carta forte ma che traspiri. Posate sopra il coperchio e ponetela pentola su un fuoco assolutamenteminimo. Lasciate sobbollire per 2 ore e sentirete che delizia

Salmone lesso

4 trance di salmone fresco-8 patatemed ie.

Fate lessare le trance come indicato per il pesce lesso e, a parte, lepatate sbucciate. Servite con majonese.

San Pietro con le olive

pesce da 1 kg-3 cucchiai di OlioCarli-2 spicchi di aglio-vino bianco Olive 3 cucchiai.

In una pirofila mettete l’olio, I’aglio, il pesce e il sale e ponetelo in forno a 200°. Dopo 15 minuti spruzzatelodi vino bianco e, dopo evaporato,aggiungete le olive. Ogni tanto è bene irrorarlo col suo sugo con un cucchiaio. È cotto in 3o minuti.