Come cucinare le salsicce

Come cucinare le salsicce

Le salsicce che siano di maiale, tacchino, pollo o altro sono sicuramene un secondo piatto di carne che piace davvero a tutti. Notoriamente le salsicce rapprentano una carne grassa sebbene fatta anche con tacchino o pollo proprio a causa della loro elaborazione e consistenza, ma il sapore è unico ed irrinunciabile. Le salsicce possono essere cucinate in diversi modi: in padella, al forno o anche e soprattutto al barbecue.
Io le preferisco al barbecue perchè l’odore del legno sulle salsicce da un sapore unico al nostro secondo piatto . Cucinarle quindi arrosto è anche facile e non necessita di condimento alcuno.
Al di la di come cucinare le salsicce, consiglio sempre di bucarle durante la cottura per far fuoriuscire il grasso e rendere le salsicce un po’ più “dietetiche”.

Salsiccia al sugo

Mettete prima a bollire l’acqua in un’ampia pentola e fate, nel contempo, bollire le salsicce di maiale. Dopo circa un 5 minuti dalla cottura, scolate le salsicce (che intanto sono state leggermente cotte) e bucatele con uno stecchino per far fuori uscire il grasso delle stesse. Su un pentolino di media grandezza mettete a rosolare l’aglio con l’olio . A doratura toglietelo ed aggiungete le salsicce con la passata di pomodoro. Fate cuocere a fuoco lento per circa 30 minuti.
N.B: Consiglio di usare le salsicce di maiale per il sugo perchè sono più saporite. Per renderle quindi light usate il trucchetto di bollirle prima con acqua dolce , bucarle e poi cucinarle nel sugo.
Totale tempo di preparazione 40 min.

Salsiccia cotta in padella

Prendete delle salsicce (di pollo, tacchino, maiale e così via) , tagliatele a metà. Fate riscaldare una padella antiaderente e , una volta calda, poggiate le salsicce che avete tagliato per lungo. Spruzzate un po’ di vino bianco e fatele rosolare a abbassando la fiamma.

TACCHINO RIPIENO DI SALSICCIA

Questo è un piatto che gli americani solitamente cucinano il quarto giovedì di novembre per il Thanksgiving day, il giorno del ringraziamento, e rappresenta una tradizione che va avanti da diverso tempo e trae le sue radici nel 1600 ed è un segno di gratitudine verso Dio per il buon esito per l’anno trascorso.

PROVATELO ne vale la pena!

Ingredienti
– tacchino 3 kg
– pane raffermo 500 gr
– salsiccia cruda 250 gr
– cipolla bionda 1
– pera matura 1
– mela rossa 1
– castagne bollite 250 gr
– burro 150 gr
– salvia fresca 2 cucchiaio
– aghi di rosamarino 1 cucchiaio
– foglie di timo 1 cucchiaio
– sale, pepe

PREPARAZIONE

Ripieno
Tagliare la cipolla finemente e soffriggerla in 100g di burro fino a che si ammorbidisce, poi aggiungere la salsiccia privata del budello e sbriciolarla mentre cuoce; togliere dal fuoco quando la salsiccia sarà cotta.Sbollentate le castagne e scolatele.
Pulire la mela e la pera e tagliarla a pezzetti piccoli
In un recipiente capiente mettere il pane raffermo a pezzetti e tutti gli altri ingredienti e aggiustare di sale e pepe e mescolare il tutto.
Se non usate il ripieno subito, copritelo e lasciatelo al fresco.

Farcitura e cottura del tacchino
Lavare e asciugare l’interno del tacchino, riempirlo con il ripieno premendo leggermente, riempire ogni cavità e chiudere il tutto con ago e filo oppure utilizzando uno spiedo.
Incrociate le cosce del tacchino e fermatele con uno spago.
Infornare in forno preriscaldato a 165°.
Per i tempi di cottura, calcolate 60 minuti per chilo a 165°.
Il tacchino sarà cotto quando la sua temperatura interna è di 74°/75° quindi per chi ha una sonda da forno posizionarla in una delle cosce stando attenti a non toccare l’osso.
Quando il tacchino è pronto cacciarlo dal forno e coprirlo con un foglio di carta stagnola e lasciatelo riposare circa 30 minuti prima di tagliarlo.

Salsiccia e pancetta con fagioli
Salsiccia
Pancetta
Fagioli in scatola
Palato
Aglio e cipolla
Vino bianco
Pepe e peperoncino
Olio
In una padella ho messo cipolla e aglio ho fatto soffriggere e ho aggiunto la salsicia e dopo la pancetta tagliata a pezzi ho sfumato con il vino e fatto cuocere un po ,poi ho aggiunto il pelato salato e pepato e ho fatto cuocere alla fine ho aggiunto i fagioli e per ultimo il prezzemolo