Cucina Macrobiotica : ecco perchè fa bene

Cucina Macrobiotica : ecco perchè fa bene

La maggior parte delle persone non sa come mangiare, si è persa la cultura del vero mangiare sano, sostituita dapprima (per forza maggiore) dall’uso sempre meno sporadico di cibi preconfezionati dopo che l’habitat naturale e la rivoluzione industriale avevano ridotto drasticamente la possibilità di procurarsi un cibo “naturale”.
Adesso si sta cominciando a diffondere finalmente una nuova presa di coscienza, ostacolata fortemente dall’informazione pubblica e da grosse catene alimentari.
A volte si riesce ad arrivare ad una giusta informazione da soli, ma a volte no. Ecco perché il lavoro del nutrizionista svolge un ruolo delicato e importante. A patto che venga fatto bene ovviamente.

Non credete a chi vi dice “esiste la dieta perfetta” magari a base di bresaola e pane ai 5 cereali (senza specificare se siano raffinati o meno). Addirittura per dimagrire.
A volte , alcune diete sono un vero oltraggio alla salute
Se vogliamo dimagrire, è necessario farlo in salute.
E sappiamo benissimo quali siano le raccomandazioni alimentari per la prevenzione: basare la nostra alimentazione prevalentemente su cereali non industrialmente raffinati, verdure di stagione non amidacee, un po’ di legumi e un po’ di frutta (per dimagrire meno possibile).
Evitare le diete fai da te? No! Evitare le diete! Specie queste!
Non abbiamo bisogno di diete per dimagrire o per restare in salute. Abbiamo bisogno di educazione alimentare e tornare ad alimentarci come l’essere umano ha sempre fatto.
PER MILIONI DI ANNI I NOSTRI ANTENATI HANNO SAPUTO COSA MANGIARE SENZA BISOGNO DI SPECIALISTI. MANGIAMO COME L’UOMO HA SEMPRE MANGIATO!

Perchè fa bene la cucina macrobiotica

La macrobiotica non è solo una dieta. Ci incoraggia a ricercare l’equilibrio, per nutrire non solo il nostro corpo, ma anche la nostra mente, le nostre emozioni, il nostro spirito.
Ci suggerisce un’alimentazione bilanciata tra lo Yin e lo Yang, basata prevalentemente su cereali non industrialmente raffinati, verdure di stagione (non le patate), un po’ di legumi, un po’ di frutta (sempre di stagione e del nostro clima).
Esattamente come le raccomandazioni WCRF (Fondo mondiale per la ricerca sul cancro) che ci suggerisce anche di evitare/limitare i cibi estremamente yin e yang

Estratto dalle dichiarazioni di Silvia Petruzzelli