Crostini e polenta al ragù

Crostini e polenta al ragù

La polenta è una preparazione tipica delle regioni del nord Italia. E’ un piatto della tradizione povera e può essere preparato non solo con la farina di granoturco, ma anche con farina di castagne e altri cereali.

Al giorno d’oggi le ricette a base di polenta sono molte diffuse e particolarmente gustose. Un grande classico è la polenta al ragù. Per preparare questa ricetta bisogna mettere una pentola d’acqua sul fuoco, portare ad ebollizione e aggiungere sale grosso e olio extravergine di oliva. Successivamente si aggiunge un po’ alla volta la farina gialla mescolando accuratamente in modo da evitare la formazione di grumi.

Il tempo di cottura varia a seconda della farina scelta. Molto pratica è la farina per polenta istantanea, che riduce notevolmente i tempi di cottura. Se durante la cottura la polenta si addensa troppo basta aggiungere qualche mestolo di acqua calda. Terminata la cottura della polenta viene versata sul tipico tagliere di legno.

Tradizionalmente si serve direttamente dal tagliere di legno tagliata a fette. La polenta può essere accompagnata con un classico ragù a base di carne oppure da ragù di pesce o verdure, l’importante è che il sugo sia molto morbido e gustoso.

Una valida idea ricetta utile anche come ricetta riciclo è preparare dei crostini di polenta. Per preparare i crostini di polenta bisogna tagliare la polenta avanzata a fette, foderare una teglia con carta da forno e scaldare la polenta a fetta in forno a 200° fino a quando non sarà ben abbrustolita.

I crostini di polenta possono essere conditi con salse di vario tipo: ragù, formaggio filante e pomodorini, crema di melanzane, cipolla e pancetta. baccalà mantecato, funghi e salsa di funghi trifolati. Servite i crostini di polenta ben caldi per un antipasto o aperitivo sfizioso e seguite sempre i vostri gusti nella preparazione delle salse di accompagnamento.