Cous Cous alla Trapanese

Cous Cous alla Trapanese

Ricetta di Peppina


Procedimento:


Incucciare con: acqua, olio e sale la semola di grano duro (incucciare significa: lavorare la semola in una capiente ciotola con moto rotatorio della mano unendo a poco a poco il miscuglio di acqua ,sale e olio.

I granelli di semola devono unirsi e gonfiarsi.

Man mano versarli su un canovaccio disteso sul tavolo.) Capisco che il procedimento è elaborato per chi non l’ha mai visto fare, in sostituzione si può usare il cous cous precotto ( il risultato non sarà uguale, ma almeno accettabile)Finito di incucciare tutta la semola, rimetterla nella ciotola e condirla con un trito finissimo di: aglio, cipolla, cannella, prezzemolo, buccia di limone, mandorle, olio, sale e pepe.

Io aggiungo anke gamberetti scusciati e calamari a pezzetti.

Mescolare bene e versare nella cuscusiera a cuocere a vapore.

Nell’acqua della pentola mettere prezzemolo, alloro, cannella e cuocere per un’ora e mezzo. Per la zuppa soffriggere la cipolla con aglio e alloro, unire concentrato, acqua, cannella e scorza di limone, mandorle.

Far cuocere una decina di minuti.

Poi unire altra acqua abbondante e aglio pestato e prezzemolo, fare sobbollire per  un’oretta e aggiungere il pesce lavato e pulito.

Quando il cous cous è cotto, versarlo in una capiente ciotola, bagnarlo con abbondante brodo colato della zuppa. Coprire con una tovaglia e un plaid e fare insaporire almeno per un’ora così coperto.

La procedura è lunga e laboriosa, ma ne val tutta la pena.

Buon Appetito