Come spinare il pesce

Come spinare il pesce

Il pesce fa benissimo al nostro organismo, ma la necessità di pulirlo accuratamente prima di poterlo gustare scoraggia ogni nostra buona intenzione di realizzare qualsiasi ricetta con questo prezioso ingrediente. Davvero un peccato, visti gli innumerevoli piatti che è possibile preparare con il pesce. In realtà, superati i primi tentativi, pulire il pesce non risulterà poi così complicato. Tutto sta nell’apprendere la tecnica giusta: pochi passaggi per pulirlo alla perfezione.
Il primo passo consiste nel procurarsi tutto l’occorrente necessario: guanti, forbici, spelucchino, squamatore, pinzette e un coltello con la lama perfettamente affilata. Iniziate eliminando tutte le pinne: asportate le dorsali, la pinna anale, poi le ventrali, quelle pettorali e accorciate leggermente la pinna caudale (la coda) tagliandola diritta.
Passate poi all’eliminazione delle squame. Potete usare l’apposito utensile o un coltellino da cucina (ma non dalla parte della lama). Questa operazione va effettuata procedendo dalla coda verso la testa.
Pulite quindi l’esterno e interno asportando le interiora e lavando bene il pesce sia dentro che fuori, facendo sgocciolare via l’acqua.
Fermate la testa con una mano, praticate un’incisione ed eseguite un taglio facendo scorrere la lama del coltello fino alla coda. Ripetete la stessa operazione anche dall’altro lato.
Ora potete eliminare le spine: prima quelle esterne, ai due lati, direttamente con il coltello; poi quelle interne con le pinzette, utilizzando la sensibilità delle dita per trovarle meglio.
Non vi resta che decidere se tenere la pelle o eliminarla.