Come risparmiare tempo in cucina

Come risparmiare tempo in cucina

CUCINARE

Dal rito quotidiano del nutrirsi dipendono la forza ed il vigore della vita che vengono gratificati dal cibo gustoso e ben cucinato.

Non tutti lo sanno fare adeguatamente o amano farlo sia per se che per gli altri. Altri invece sono deiveri artisti che iniziando come talenti naturali aggiungono esperienze e perfezionamenti ed essere loro ospiti è una vera delizia. Ovviamente, a meno che non siano cuochi professionisti, avviene occasionalmente.

Invece cucinare tutti I giorni e più volte al giorno magari per una famiglia numerosa è un impegno gravoso che coinvolge inventiva e fantasia per variare e rendere gradita la mensa, soprattutto quando bisogna conciliare il risparmio in termini di denaro, stante anche la crisi.
Ma anche di tempo visto che oggi quasi tutti lavorano fuori casa e quando si rientra resta poco tempo per cucinare.

RISPARMIARE TEMPO di cottura vuol dire di conseguenza, anche COMBUSTIBILE sia esso corrente elettrica, gas, anche in bombole, con notevole vantaggio in questo ultimo caso di doverle rinnovare meno frequentemente. E sappiamo che nei paesini e nei luoghi di vacanza non sono molti forniti di servizio e se la bombola si esaurisce in un giorno festivo o di sera allora non resta che cenare…. con prosciutto e formaggio.

Non diamo ricette ma solo qualche spunto con idee da adattare alle proprie abitudini e ai propri gusti.

Certamente bisogna avere una certa organizzazione a cominciare dalla spesa con le confezioni a cottura rapida, infatti se non si hanno a disposizione gnocchi o tagliatelle fresche e bisogna usare I maccheroni di semola

Nei vari supermercati sono ormai disponibili verdure (patate, carote, zucchine, erbette, ecc) precotte al vapore e conservate sotto vuoto. Sono ancora più veloci da portare in tavola surgelati, che richiedono in genere 5-6 minuti di cottura, in quanto in un paio di minuti posso insaporite a piacere. essere scaldate al microonde o saltate in pac

Ancora più veloci le varie insalate miste che non richiedono nemmeno dlirle a piacere, anche variando i gusti con le innumerevoli satse pronte che si troyano aj banchi della verdura anche con stuzzicanti e sfiziose specialità etniche.

PRIMI A COTTURA RAPIDA

Sia che ci troviamo a fare la cena per tutta Ia famiglia, più o meno numerosa, sia che abbiamo ospiti il fattore tempo ha sempre grande tavola in pochi minuti. importanza.

Praticamente appena entrati in casa, lavati le mani, cambiati d’abito e infilato il grembiulone antimacchie, mettiamo I’acqua sul fuoco (aspettando a salaria al momento di aggiungere la pasta in quanto la salatura rallenta I’ebollizione).

Poi, in attesa che bolla, si apparecchia la tavola coIe pratiche tovagliette all’americana, che possonoessere lavate singolarmente se sporcate al contraTdella tovaglia o meglio ancora passate con una pezzuola se plasticate. Si dispongono anche Ie ciotoline con salatini e olivette per gli aperitivi pegli ospiti. Quando è salito il bollore si sala e si aggiunge quanto si vuole cuocere e in contemporanea si mette sul fuoco il condimentoprescelto. Si controllano e mescolano pasta e sugo.

Dopo i pochi minuti necessari si scola e versa nellteglia del condimento per ben amalgamare e…subito pronti in tavola.

Se si hanno ospiti e si vuole godere della loro compagnia e non passare il tempo a cucinare, o un primo caldo si può organizzare un secondo preparato il giorno prima e solo da riscaldare tispezzatino in umido o polpettine al pomodoro.OPPure, a temperatura ambiente, il più elegante e sofisticato”vitello tonnato”in cui il vitello è sostituito dall’economica carne di tacchino (maiale e la salsa viene rapidamente preparata frullando la maionese in barattolo con capperi ed acciughe).

Tempi necessari dopo che l’acqua è a bollore

-ravioli, tagliatelle e pasta fresca, gnocchi--> 2 n-risotto in busta, riso e polenta a cottura rapida,

spaghetti–> 5 min.

–> 10 min.

minestrone a cottura rapida di cereali misti seci

minestrone verdure surgelate a seconda della

confezione–> 6-20 min

-pomodoro (passata o pelati ) con basilico fresco,

con tonno in scatola oppure piselli, Pancetta o

olive nere e capperi (tipo puttanesca), gamberi

(precotti) e ricotta, panna e prosciutto, panna e

salmone affumicato, olio e pasta di acciughe

(ricetta veneta di magro del Venerdì Santo), olic

aglio e peperoncino, burro e salvia, alle vongole

ai frutti di mare–> 3-5 minuti

SECONDI

-uova strapazzate semplici o con prosciutto

–> 2 minuti

frittate varie con cipolle, carciofi, zucchine, patformaggi e avanzi–> 4-5 minuti

Carne : hamburger, scaloppine al limone, tagliaiscottata, wurstel, salsiccia alla griglia, fegato alburro, con cipolle alla veneta–> 3-5 minuti

pesce un branzinetto di 2-3 etti cuoce in

microonde in 6 minuti sogliola alla mugnaia (alburro)–> 3 minuti.

DESSERT quasi istantanei

Oltre alla FRUTTA  fresca, variamente presentata in macedonia con o senza gelato, melone al porto, fragoline all’aceto balsamico, golosi e appariscenti I gelati misti magari serviti in mezzi limoni o aranci svuotati. Altra proposta BUDINI e CREME, anche a base di soia, già confezionati. Per renderli ancora più golosi basta una spruzzata di panna montata inbottiglia spray e magari qualche biscottino.

Si può preparare in un attimo una sorta di tiramisclmettendo nelle coppette da portata degli strati alternati di crema vaniglia e crema cioccolata (giàpronti di varie marche anche della Centrale del latte) e savoiardi bagnati nel caffè per gli adulti enello sciroppo di fragole diluito per i bambini.

Decorare con confettini colorati o mandorle.

 

Negli stili di vita attuali è sempre più frequente chea mezzogiorno nessuno mangi a casa, in quanto Ibambini hanno Ia mensa a scuola, già a partire dalnido e dail’asilo, mentre I genitori che lavorano hanno una breve pausa pranzo durante la quale fanno uno spuntino veloce magari approfittano per andare in palestra. Quindi la cena diventa il pasto principale che deve integrare tutti I nutrienti necessari alla buona salute che non si sono ingeriti durante la giornata. Chi invece ha la possibilità difare un buon pranzo a mezzogiorno alleggerirà Iecena e si limiterà solo a un secondo con verdura magari per poi uscire oppure per stare leggero avendo problemi di digestione e sonno.

E’sempre più in uso il”monopiatto “owero piccoliporzioni di primo e secondo con contorno, nelle combinazioni più varie, che possono anche I’acqua direttamente nelle tazzine oin un bricco.

Anche per cucinare non si sporcano pentole r n a soloil piatto di cottura, che poi va in tavola, oppure gli

appositi contenitori ma anche i vassoietti di quella particolare stagnola che non fa scintille.

E, come ultima risorsa, se si rientra tardi magari da un viaggio o ci si trova nella casa vacanze, oppure arrivano ospiti improwisi o si fermano a mangiare i più o meno numerosi amici dei figli, esiste sempre la possibilità della PIZZA a DOMICILIO.

In alternativa alla pizza ci sono altri servizi di recapito a domicilio di cibo caldo pronto che va dal pollo arrosto e patatine alle specialità cinesi.

Conviene informarsi e tenere a portata di mano il foglietto con quanto offerto e il numero memorizzato sul cellulare.

Metodi ed e utensili per cucinare risparmiando

Ovvero per dirla con termini moderni cucinare in maniera”ecocompatibile”, risparmiando il più possibile energia ma sempre con un occhio al borsellino e all’orologio.

Il primo accorgimento consiste anzitutto nell’utilizzare recipienti selezionati per i vari cibiPerlepreparazioni tradizionali come polenta estracotti che stavano sul fuoco per ore, zuppe di legumi, minestroni e cotechino compresi, con grande dispendio di energia. Quindi tegami di diverso materiale, dalla terracotta all’acciaio.Notevole era anche il tempi

Notevole era anche il tempo per sorvegliare che, pur sobbollendo, non schiassero di attaccarsi prendendo uno spiacevole sapore di bruciaticcio. Come abbiamo visto, nell’arte dedicata alla spesa, oggi è possibile ridurre una decina di minuti la maggior parte delle reparazioni, acquistando i prodotti a cottura rapi· iso, zuppe, minestroni, polenta, cotolette già npanate, ecc). Ai tradizionali metodi di cottura alla griglia, soprattutto per carni, verdure, pesci, si soggiunti quelli a VAPORE che cuociono a temperature inferiori. In commercio vi sono parecchi tipi di attrezzature per la cottura a vapore cestelli in bambù della cucina cinese che si trovano nei negozi etnici, alle pratiche ed economiche vaporiere costituite da contenitorisovrapposti. si trovano anche nei grandi magazzini quelle da usare in microonde.

Questa preparazione dei cibi presenta parecchi vantaggi tra cui mantenere praticamente intattsapori e odori che non vengono dispersi nella bollitura, rispettare le proprietà nutrizionali n(alterando le vitamine, far cuocere in contemporanea parecchie vivande con un solofuoco quindi subito pronte tutte in tavola.

Un paio di accorgimenti primo, considerare eventuali diversi tempi di cottura e sovrapporre contenitori in fasi diverse secondo, che l’acqu dicottura non deve mai toccare I cibi altrimenti diventano lessi.

PENTOLE

ALLuMINIo : questo materiale è ideale per brodi,minestre e zuppe. Ha I’inconveniente che dopo un certo periodo di uso diventa scuro e anche se questa patina di protezione non è assolutamente nociva per la salute, è molto brutta da vedere.

In commercio si trovano apposite soluzioni per rimuoverla che essendo leggermente acide vanno applicate con guanti di gomma piuttosto spessi.’

La tecnica migliore consiste nel riempire il

recipiente di acqua aggiungervi qualche goccia di preparato e pulire con una spugnetta dopo lasciato agire 15 minuti circa.

Risciacquare abbondantemente.

ACCIAIO : di solito inossidabile ottenuto in a concromo e nichel possiede una notevoli quat : à di durezza e resistenza anche alla corrosione.

Le pentole, per Ia scarsa conduttività termica del metallo, sono usate soprattutto per cotture in cui il calore è trasmesso dail’acqua come la bollitura,

Hanno un notevole peso, calcolato a parità dispessore, e dimensioni tre volte quelle di alluminio.Quelle antiaderenti sono indicate per I piani di cottura e per I forni tradizionali.

RAME : ha una elevatissima conducibilità termica, un costo molto elevato e si macchia facilmente.

Per pulirlo vanno bene i vecchi metodi con aceto esale grosso, sale messo dentro a un limone, aceto efarina gialla. E’meglio NON lavarlo in lavastoviglie.

Poco adatto al contatto con gli alimenti le pentole sono spesso ricoperte con uno strato di stagno o unito ad altri materiali idonei come alluminio e acciaio.

TERRACOTTA : il suo limite è la fragilità.

E’un isolante termico per cui le pentole si scaldano lentamente e lentamente cedono il calore che hanno assorbito mantenendolo a lungo nei cibi in esse contenuti. Sono quindi ottimali per cucinare

Piatti che vogliono fiamma bassa, senza sbalzi di temperatura come legumi, risotti, minestre di verdure, stufati e la famosa zuppa di cipolle alla francese! Le pentole sono smaltate sia all’esterno che all’interno, tranne che sul fondo che non viene