Come risparmiare facendo la spesa

Come risparmiare facendo la spesa

Suggerimenti per una spesa ragionata

PRODOTTI Dl STAGIONE : vanno assolutamente presi in  considerazione  per risparmiare . Hanno costi molto inferiori alle primizie e ai fuori stagione  che sono importanti.

Meglio ancora è ivolgersi ai cosiddetti KILOMETRI ZERO che noo gravano da’onere del trasporto.

PRODOTTI NAZIONALI : la nostra frutta è anche la migliore di quella importata dalla California ed i nostri agrumi battono quelli di  altri paesi Gli ecologisti e gli attenti all’ambiente ci ricordano che in tal modo si”risparmiano infinite quantità di Co2″e la terra ce ne sarà grata.

Molto diversa è la tipologia di spesa per single e famiglie per le quali, ovviamente i costi sono maggiori, ma l’importo procapite risulta molto minore. Infatti acquistando le frutta e la verdura in cassette, magari all’ortomercato o dai contadini oppure la carne in macellerie collegate direttamente ai macelli, si spuntano prezzi competitivi.

Provate a  preparare il pomodoro in salsa da mettere a cubetti mono o piu dosi nel congelatore invece che in bottiglie.

Molto diversa è la tipologia di spesa per single e famiglie per Ie quali, Ovviamente i costi sono maggiori, ma l’importo procapite risulta molto minore. Infatti acquistando le frutta e la V erdurai cassette, magari all’ortomercato o dai contadini oppure la carne in macellerie collegate direttamente ai macelli, si spuntano prezzi competitivi. Ma il consumo rapido fatto da tante persone non trova riscontro nei single i quali, per non far andare a male i 5-10 kg del contenuto della cassetta possono preparare il pomodoro in salsa(da mettere a cubetti mono o piu’dosi nel congelatore invece che in bottiglie). Anche la frutta può essere preparata, dando sfogo alla nostra creatività, una volta tanto, in marmellate o composte… Ma bisogna saperlo fare, averne voglia, avere spazio per conservarle.

Certo il risultato è ottimo e gratificante soprattutto con gli amici che apprezzeranno magari la nostra marmellata di fichi e melone o pompelmo e ananas ecc. Irreperibili sul mercato.

Alcuni ne fanno anche graditissimi regali conseguendo risparmio e“gloria”.

Comunque anche i single e le coppie possono usufruire di confezioni famiglia di qualsiasi cibo avendo la pazienza di suddividere e congelare in mono porzioni : questo vale sia per i cibi crudi che cotti con evidente grande comodità al momento delconsumo. Facciamo l’esempio di avere a disposizione parecchi chili di verdure di vario genere che si potranno cuocere in pentola a pressione come minestrone e/o verdure singole.

Se abbiamo parecchia carne macinata possiamo fare un gustoso ragù alla bolognese che richiedendo una lunga cottura è meglio fare una volta tanto.

Una volta raffreddato tanto minestrone che verdure che rag(l vanno messi negli appositi sacchetti da congelatore, chiusi con I’annessa striscio[ina e con scritto sopra, a pennarello, data di preparazione e contenuto. Per scongelare per I’uso si possono passare I contenitori in frigorifero per qualche ora o, piil rapidamente, tolti I cibi dalla confezione, qualche minuto in microonde. A seconda di cosa avevamo preparato avremo da aggiustare o meno sale e condimenti, oppure aggiungere pasta, cereali e quanto altro di gradimento.

Oppure… pronti in tavola. Osservazione da fare : le patate non amano il congelamento che le rende acquose.

Osservazione da fare : le patate non amano il congelamento che le rende acquose. Alcuni hanno la fortuna di avere fornitori di olio evino da località DOP o DOC con il vantaggio della qualità e del prezzo ma con I’inconveniente della capienza delle lattine e damigianette. Non resta altro che travasare in bottiglie da un litro e consumarle man mano senza che il rimanente possaguasta rsi.

Adesso che tutti hanno il congelatore o annesso al frigorifero o, soprattutto per comunità e famiglie numerose a pozzetto, I SURGELATI sono una grand, risorsa. Anzitutto aff rancano dal problema del marcimento e della scadenza della confezione di cibo fresco potendo essere conservati molti mesi.

Inoltre acquistando prodotti già surgelati e pronti (cuocere (soprattutto verdure) non occorre lavarli, da ultimo si possono scongelare di volta in volta i quantitativi esatti necessari quel giorno.

Quindi complessivamente risparmio di sprechi, acqua, tempo, scarti di bucce e rifiuti organici. Esistono delle catene di supermercati (Picard) che trattano solo surgelati ed hanno un’offerta

veramente vastissima dai primi ai dolci passando ptle più appetitose preparazioni, a costi veramente competitivi, anche di ricette internazionali con cuinessuno si sognerebbe di cimentarsi.

Ol à Certamente il modo pitt economico e salutare per approwigionarsi di frutta e verdura sarebbe quello di poterlo fare da un proprio orto e giardino.

Ma owiamente non è possibile a tutti. Però da qualche tempo a questa parte stanno prendendo piede I cosiddetti”orti in città”.

Si tratta di realtà molto diverse di cui citiamo Milano ove piccoli appezzamenti, attorno ai 70 metri quadrati vengono aff ittati dal Comune a 360euro I’anno (iva compresa), in certe zone attorno oanche all’interno della città. Vengono solitamentegestiti, più che da un solo pensionato da gruppi difamiliari con differenti orari. A Bologna invece esistono già 2400 appezzamenti di 30-50 metri quadrati con oltre tremila domande in attesa.

II costo è di 40 euro l’anno per le utenze di acqua ecc. Attualmente, dal 2009, gli orti sono aperti a tutti dai 21 agli 83 anni anche se erano sorti come destinati ai pensionati a cui si fornivano anche Ie sementi del tipo più idoneo alla zona e s o p r a ttlittotefreno, seminare, innaff iare, fare la lotta ai Ia consullenza a di tecnici esperti per come p r e p a ra re i pafassiti e infine quando e come raccogliere. Chiafamente occorre una buona disponiponibità d tempo tanto è vero che sembra che siano molti I pensionati che si dedicano a questo hobby-lavoro,

Gli orti svolgono parecchie funzioni da quella di fornire prodotti sicuramente biologici ad alto valore nutritivo anche per I’evidente freschezza, al ruolo di socializzazione e non solo per persone anziane,

Ma se non ci è possibile avere un orticello, praticamente tutti possiamo tenere su un balcone,ove mettere qualche cassone con terra di riporto, oallimite in una controfinestra, oppure anche su unamensola in cucina, delle piantine di erbe aromatichetipo salvia, rosmarino, basilico ecc. Si comprano giàinterrati in vasetti al supermercato a pochi centesimi e crescono benissimo senza bisogno di particolari cure.

 

Staccare qualche fogliolina freschissima men c uciniam spesa organizzata preparare il menò, almeno settimanale, di quello che si vuole mettere in tavola a colazione, pranzo e cena per I vari commensali aiuta a organizzare la spesa in modo da non trovarsi magari con primi saporiti, tipo carbonara o puttanesca, o pesto cheannienterebbero dei secondi di pesce o carni
bianche. Oppure anche non avere un adeguato abbinamento coi contorni. E’vero che insalata mista e/o patate vanno con tutto ma un abbinamento un
po’più studiato riesce a variare e arricchire, senzafatica, quello che arriva in tavola. Facendo un certo numero di liste almeno quattro, che poi rimangonomemorizzate nel pc o in fotocopie, si possono far ruotare una volta al mese con programmazione di acquisti, anche con I gruppi di acquisto (vedi voce),e con Ie successive possibilità di riciclo sugli avanzi.Una grande risorsa (come vedremo) sono le frittate,Ie pizze e I timballi ove, come nelle polpette, si puòinserire di tutto. Altro abbinamento da prevedere è quello con le bevande : un buon bicchiere di vino ai Pasti fa bene alla salute, invece le bibite dolci e gassate sono sconsigliate dai nutrizionisti.

Agli intenditori e ai sommelier la scelta dei vini ricordando però che I rossi sono adatti a carni rosse, selvaggina compresa, I bianchi al pesce e ai cibi delicati, I vini dolci ai dessert.

Lo spumante, secondo alcuni, sarebbe adatto per tutto, compreso Vaperitivo. La birra, di cui è in commercio anche la versione analcolica, si associa bene a molti piatti a base di carne di maiale, crautiecc. I succhi di frutta di vario genere, sia a lunga conservazione che da consumarsi rapidamente e ditenere in frigo, sono più adatti per la prima colazione e la merenda che non da pasto.

Ma ognuno segua il suo gradimento. comunque conviene sempre avere nel congelatore un certo numero di confezioni, sia preparate da no che del supermercato, per far fronte a qualunquetipo di emergenza come parecchi ospiti a tavola o tempaccio che sconsiglia di uscire a fare la spesaoppure un lavoro che va per le lunghe e dobbiamo
terminare mentre la famiglia è affamata.