Come pulire il pesce

Come pulire il pesce

Quando si tratta di mangiarlo nessuno si tira indietro, ma pulirlo è davvero una scocciatura. Una volta imparata la tecnica, però, anche pulire il pesce sarà un gioco da ragazzi. Vediamo i vari passaggi.
Per prima cosa indossate i guanti e armatevi di un paio di forbici. Sciacquate il pesce e procedete eliminando tutte le pinne. Asportate le dorsali partendo dalla coda e procedendo verso la testa. Girate il pesce ed eliminate la pinna anale, poi le ventrali e le pettorali. Accorciate leggermente la pinna caudale (la coda).
Passate ora all’eliminazione delle squame. Questa operazione può essere effettuata con l’apposito utensile o con un coltellino da cucina, da usare dalla parte della costa e non della lama, onde evitare di tagliare la pelle. Procedete dalla coda verso la testa.
La pulizia interna si effettua in maniera differente a seconda della grandezza del pesce. Per i pesci grossi, togliete le interiora dall’opercolo che si trova sotto la testa: sollevatelo e infilate l’indice a uncino, in modo da estrarre tutto quello che c’è dentro, tirando delicatamente. Controllate che lungo la lisca non siano rimasti residui di sangue. Se presenti, toglieteli infilando il manico di un cucchiaio. Infine, sciacquate il pesce sotto l’acqua corrente.
Con i pesci piatti, invece, potete procedere nello stesso modo o tramite il taglio ventrale, come per i pesci piccoli: fate una piccola incisione in corrispondenza dell’orifizio anale e procedete verso la testa per qualche cm, infilate l’indice ed estraete le viscere, poi lavate l’interno del pesce sotto l’acqua corrente.
Il pesce è ora pronto per essere cucinato nella maniera che preferite!