Come pulire il pesce

Come pulire il pesce

Questa guida vi dimostrerà come pulire il pesce sia un’operazione meno complicata di quello che si è soliti pensare.

L’occorrente è il seguente: guanti il lattice, un coltello (o l’apposito attrezzo per squamare), forbici da cucina.

Il primo passaggio consiste nel tagliare tutte le pinne: afferratele con le dita e tagliatele alla base servendovi delle forbici. Si procede poi con l’eliminazione delle squame: potete farlo col l’aiuto di un coltello non troppo affilato o con l’apposito strumento. Per evitare di riempire la cucina di squame, si consiglia di effettuare tale operazione con il pesce immerso nel lavello pieno d’acqua.

Passate ora all’eviscerazione. Può avvenire in due modi: se il pesce deve essere tagliato o sfilettato, praticate un taglio netto nella pancia (dalla cavità anale fino alle branchie) ed eliminate le interiora; se invece deve rimanere intatto, l’eviscerazione deve avvenire attraverso le branchie: infilate un dito piegato ad uncino attraverso l’apertura branchiale e tirate con decisione. Così facendo verranno via tutte le viscere.

Infine, lavate il pesce sia internamente che esternamente sotto il getto d’acqua fredda.

Leggi anche: COME PULIRE LE COZZE

zuppetta di pesce