Come fare una buona caponata

Come fare una buona caponata

La prima regola per fare una buona caponata, è riuscire a trovare della buona verdura; se avete intenzione di stupire i vostri ospiti infatti, non andare al supermercato.

Piuttosto preferite il vostro fruttivendolo di fiducia, se avete la fortuna di averlo vicino casa.

La verdura a chilometro zero è la migliore, perchè non essendo trattata industrialmente conferirà alla vostra caponata un sapore unico.

Oggi purtroppo non è sempre molto facile trovare un prodotto ortofrutticolo di qualità, ma se ad esempio siamo a Settembre, quello è il mese giusto per fare la caponata.

Questo perchè le melanzane in quel periodo sono ancora migliori e rappresentano uno degli ingredienti principe del nostro piatto.

Questa ricetta ha origini siciliane ed è un piatto ricco di nutrienti che si può presentare anche come portata principale.

Anche se come tradizione viene mangiato per antipasto o contorno; la ricetta si basa sul taglio in piccoli pezzi di veri tipi di verdure.

È un piatto povero ma molto sostanzioso e soprattutto saporito, se cucinato a dovere; si può cucinare aggiungendo molte varianti.

Questo a seconda dei vostri gusti e preferenze; la melanzana come dicevamo è uno degli ingredienti principali di questa ricetta.

In Sicilia ci sono molte varianti della caponata; se volete preparare una buona caponata, utilizzate questi ingredienti: melanzane, i pomodori, il sedano e i peperoni.

Aggiungete anche le cipolle, le olive verdi e nere, capperi, miele, zucchero, aceto, aglio, olio, basilico, peperoncino, uvetta e pinoli.

Stupirete i vostri ospiti riportando sulla tavola la tipica caponata di Agrigento; una vera esplosione di sapori.

Se volete fare un’ottima caponata potete utilizzare anche gli ingredienti della ricetta di Trapani, che include i peperoni, le olive, le cipolle, dei pomodori maturi, capperi, aceto, zucchero e mandorle tostate e le immancabili melanzane.

Un’altra ottima alternativa che potete preparare è la caponata catanese con i seguenti ingredienti: melanzane, peperoni di vari colori, olive, cipolle, capperi, aceto, zucchero, con l’aggiunta di basilico, aglio e patate.

La caponata di Messina

Questa versione della caponata è quella che si avvicina di più alla ricetta classica palermitana.

Qui abbiamo il pomodoro concentrato, al contrario della versione siciliana, con il pomodoro pelato.

Un’altra versione prevede anche l’aggiunta di carciofi, oppure ancora la ricetta napoletana con la frisella.

Sarebbe un tarallo che viene cotto al forno e poi inserito insieme agli ingredienti classici della caponata.

Nella versione napoletana abbiamo anche: aglio, pomodori, basilico, olio, origano e poi alici, mozzarella e olive.

Vi possiamo confermare che queste sono le ricette principali che potete adottare per preparare una buona caponata.

Sta a voi decidere in base alle vostre preferenze, ma con questi ingredienti il risultato è garantito.

Un esempio di ricetta che vi presentiamo vi faciliterà nella vostr preparazione di una caponata buona e tradizionale.

Ingredienti per 4 persone

  • 100 g di zucchero semolato
  • 3 gambi di sedano
  • 2 cipolle
  • 3 melanzane ovali nere
  • 200 g di olive verdi
  • 100 g di capperi dissalati
  • q.b. di olio di oliva extravergine

Preparazione

Prendete le melanzane e tagliatele in piccoli cubetti e friggetele nell’olio extravergine di oliva; poi lasciatele asciugare su una carta da forno che assorbirà parte dell’olio.

Successivamente tagliate una cipolla e fatela riposare con un filo d’olio in padella a fiamma spenta.

Prendete il sedano tagliatelo a piccoli pezzi e sbollentateli per poi rosolarli in padella insieme alla cipolla.

Successivamente inserite le olive verdi, tagliate in piccoli pezzi e i capperi, dopo averli lavati per togliere il sale.

Per finire aggiungere il pomodoro, lo zucchero e l’aceto; insieme a un bicchiere di acqua.

La cottura è di circa mezz’ora, ma può variare a seconda dei casi; vi consigliamo di assaggiare spesso e nel caso di aggiungere il sale.

Come ultimo passo a fine cottura aggiungete le melanzane che avete fritto all’inizio e spegnate la fiamma.

Aspettate qualche minuto per far insaporire tutti gli ingredienti e successivamente servite il piatto caldo.