Come cucinare gli spiedini di carne

Come cucinare gli spiedini di carne

Piacciono agli adulti e ai bambini, nelle grigliate non mancano mai, possono essere acquistati già pronti o preparati in casa a proprio piacimento, sono estremamente versatili, per mangiarli non c’è bisogno delle posate. Di cosa stiamo parlando? Degli spiedini di carne! Uno dei modi di più apprezzati di cuocere la carne.
Gli spiedini di carne possono essere cotti sulla griglia, in padella o al forno. Non c’è molto differenza del gusto: sono ottimi in tutti e tre i modi! Oltre alla carne, possono essere preparati con le verdure e insaporiti con varie salse.

Un trucco per ottenere una cottura uniforme consiste nell’utilizzare pezzetti di carne della stessa dimensione. Inoltre, è fondamentale girare gli spiedini in fase di cottura, in modo tale che cuociano in maniera uniforme. Attenzione al tempo di cottura: non li dovete bruciare.
Le salse possono essere aggiunte alla fine, come accompagnamento, o utilizzate per marinare la carne e rendere gli spiedini ancora più saporiti. Ad esempio: in una ciotola mettete olio extravergine d’oliva, succo di limone, rosmarino, aglio, sale e pepe; irrorate gli spiedini con questa emulsione e lasciateli riposare per trenta minuti.

Quale carne scegliere? Quella che preferite. Maiale, salsiccia, agnello, pollo, tacchino…

Cottura alla griglia: fate scaldare bene la griglia e poi posizionate gli spiedini l’uno di fianco all’altro. Girateli per farli cuocere in maniera uniforme e bagnateli di tanto in tanto con la marinatura.

Cottura in padella: prendete una padella antiaderente, versate un filo d’olio e sistemate gli spiedini. Lasciateli cuocere ricordandovi di girarli. La fiamma non deve essere alta o si bruceranno esternamente prima di cuocersi all’interno.

Cottura al forno: disponete gli spiedini in una teglia e cuoceteli a 200° per 20-25 minuti. Anche in questo caso vanno girati durante la cottura.

Potete marinare gli spiedini in una salsa realizzata con yogurt (intero o greco) e spezie (una punta di: cannella, chiodi di garofano, cardamomo, cumino), per un gusto tipicamente mediorientale. Oppure servirli con una salsa simile: frullate 1 spicchio d’aglio e mescolatelo con 1 yogurt greco, un pizzico di sale e pepe bianco, il succo di 1 limone e foglie di menta tritate.