Come cucinare il riso integrale

Come cucinare il riso integrale

Il riso integrale prevede modalità e tempi di cottura differenti rispetto a quello bianco. Cuocere il riso integrale nella maniera giusta è il primo passo per ottenere un piatto delizioso. L’effetto “pappetta” o una cottura troppo al dente sono i risultati negativi più diffusi. Ecco come ottenere esiti ben più soddisfacenti.
Prima di passare alla cottura, ricordate di lavare i chicchi sotto l’acqua corrente anche per più volte, in modo da eliminare eventuali polveri.
I metodi per cuocere il riso integrale
Metodo base: mettete 1 cucchiaino di sale grosso in una pentola, aggiungere 1 cucchiaio di olio d’oliva e una tazza di riso integrale sciacquato. Fate insaporire e aggiungete 2/3 tazze di acqua, chiudete con un coperchio e fate cuocere per 50/60 minuti.
Per ridurre i tempi, potete utilizzare la pentola a pressione. Calcolate 20 minuti dal fischio. Si consiglia di usare 2 tazze abbondanti di acqua.
Il terzo metodo si serve del forno: versate il riso in una casseruola che possa andare in forno, aggiungete 2-3 tazze d’acqua e portate ad ebollizione sul fornello, poi infilate la pentola in forno preriscaldato a 220° per 50-60 minuti.
Esiste anche un altro metodo: mettete il riso e l’acqua (due tazze per una di riso) in una pentola coi bordi alti e coprite con un coperchio. Salate e portate a bollore. Lasciate cuocere per cinque/dieci minuti, spegnete il fornello e lasciate riposare per almeno due ore: il riso continuerà a cuocere anche a fiamma spenta. Quando è ora di mangiare, assaggiate e controllate se il riso è cotto. Se necessario, rimettetelo sul fornello per scaldarlo o terminare la cottura.