Cibi di stagione in primavera : cosa mangiare per una sana alimentazione

Cibi di stagione in primavera : cosa mangiare per una sana alimentazione

Tra gli alimenti più adatti a farvi sentire meglio in primavera ci sono sicuramnte le verdura e la frutta di stagione. Questa stagione deve essere sfruttata al meglio, preferendo delle ricette di stagione rispetto ad altri alimenti difficili da trovare in primavera.

In questa stagione molti cibi vi aiuteranno ad alimentarvi in modo adeguato, soprattutto per quanto riguarda la frutta e verdura di stagione. Ci sono anche degli ortaggi leggeri e primaverili, che se inseriti nella nostra alimentazione di primavera, faciliteranno una depurazione naturale del corpo dagli alimenti più pesanti assunti nel corso della stagione invernale.

Uno degli alimenti più indicati in primavera e che ha degli effetti benefici sul nostro organismo è lasparago, un ortaggio che contiene molti elementi che fanno bene al nostro corpo, uno su tutti il cromo, un sale minerale che va a stimolare la produzione di insulina e diminuisce i livelli di glucosio nel sangue.

Bietola e indivia

Anche la bietola è molto adatta in primavera, perchè contiene la clorofilla, che durante la digestione viene trasformata in sostanze protettive contro malattie tumorali.

Tra le altre verdure che potete assumere in primavera c’è l’indivia, dall’alta percentuale di acqua e contenente la vitamina C, che tra l’altro protegge molto in vostro sistema immunitario.

Per quanto riguarda la frutta, la primavera ci offre un’ampia scelta: ci sono le nespole, che hanno un’alta percentuale di acqua e di vitamine, per mantenervi sempre ben idratati; inoltre le nespole hanno una funzione di regolarizzazione del vostro intestino.

Ci sono poi le ciliegie, che hanno una buona dose di melatonina naturale, una sostanza che favorisce il sonno; hanno anche molti sali minerali e vitamine che vi forniranno più energia.

Oltre a questo la frutta di stagione costa di meno, e contiene meno pesticidi mantenendo una migliore qualità del prodotto; anche il sapore è più buono e meno artificiale.

Se il cibo ci dà energia ed è il nostro carburante naturale, quello di stagione ancor di più e questo vale anche per la primavera. Gli effetti benefici sul nostro organismo saranno immediati.

Nel corso della primavera spesso si sente un po’ di spossatezza in più rispetto alle altre stagioni. In questo periodo infatti il nostro organismo è impegnato a rinnovarsi e purificarsi dopo l’inverno.

Depurare il fegato

Tutti i processi che si svolgono nel nostro interno, devono essere facilitati da un’alimentazione adatta alla primavera.

In particolare, l’organo più importante che deve essere favorito è il fegato, che in primavera si rigenera e svolge una funzione maggiore di pulizia, con l’obiettivo di togliere le tossine e le scorie accumulate dall’organismo.

Questo superlavoro provoca un transito maggiore di tossine e l’effetto si fa sentire sul nostro organismo e ci dà quel senso maggiore stanchezza.

Ci sono diversi modi per aiutare il nostro corpo e il nostro benessere psicofisico, durante la primavera attraverso il consumo di cibi di stagione adeguati e benefici per noi. Oltre a questo è importante preferire le attività all’aria aperta, che migliora lo stato dei nostri tessuti. Poi bisogna contribuire con degli alimenti curativi in grado di stimolare, ogni giorno, il lavoro del fegato che deve aiutare anche tutti gli altri organi.

Quello che mangiamo in primavera è quindi molto significativo per la salute generale. Il fegato è un organo molto importante per il nostro stato generale di salute. Ci sono dei cibi che riescono a favorire il suo lavoro, non solo l’eliminazione delle tossine.

Sedano , lattuga e pomodori

In primavera dovrete quindi favorire quei cibi come le verdure, che non sono gli unici, ma anche quegli alimenti che hanno un sapore fresco e non elaborato. Come dicevamo la frutta e la verdura sono tra i cibi da assumere in maggiore quantità: il sedano, la lattuga, i pomodori: Ancora limone, fragole, pompelmo, basilico, mirtilli, more; largo anche ai cibi fermantati, i germogli di soia, l’orzo e l’aceto.

Cercate inoltre di privilegiare in primavera delle cotture non troppo elaborate e senza soffritti; la carne non va cotta troppo, alla piastra in maniera veloce.

Evitate quindi delle cotture troppo lunghe o i cibi bolliti a lungo, più adatti sicuramente all’inverno.

Cercate di limitare anche il caffè, il cioccolato e gli alcolici.

Con l’arrivo dei primi caldi e del sole più stabile bisogna stare anche attenti a non appesantirsi troppo con dei cibi troppo elaborati.

Si viene dai mesi invernali dove inevitabilemnte ci si è un po’ impigriti sotto tutti i punti di vista. Proprio per questo dovrete assumere di cibi che riattivino il vostro organismo; i carciofi sono tra gli alimenti più indicati in primavera. Stimolano i livelli di glutatione nell’organismo. Il glutatione è uno degli antiossidanti più potenti che esistano e svolge un ruolo fondamentale per disintossicare il corpo.

Quindi largo al consumo di carciofi in primavera, che si possono assumere crudi o cotti al vapore, condendo poi le foglie con l’olio d’oliva.

Barbabietola, funghi e Gouda

Anche la barbabietola fa bene a primavera, con la sua betaina che aiuta il fegato a lavorare bene.

Un altro alimento primaverile, che non molti conoscono è il brodo di ossa, che contiene del collagene e la glicina, un aminoacido importante per disintossicarsi.

Anche i funghi sono un cibo indicato in questa stagione; contengono molte sostanze nutritive importanti, tra cui il selenio, utile anche per la tiroide e per mantenere un buon metabolismo.

I funghi cotti vanno anche a disintossicare l’apparato digerente; questo perchè contengono molte fibre; si possono anche cuocere in padella e consumare come contorno.

In primavera, potete anche aumentare leggermente il consumo di sale, che inserisce dei sali minerali utili al nostro organismo, che tendiamo a cosumare di più con la sudorazione.

È sufficiente usare del sale di buona qualità e volendo potete aggiungerne un po’ in una bottiglietta d’acqua.

Un altro alimento primaverile è il Gouda, un formaggio olandese, con molta vitamina K2, una delle più utili e quella di cui spesso si è più poveri. Ne beneficia tutto il vostro organismo, è anche la condizione delle ossa e dei denti.

Ecco altri alimenti tipici primaverili: albicocche, 
amarene, asparagi, bietole, cavolfiori, cavoli, cicoria, ciliege, cime di rapa, cipolle bianche, fagiolini, fave, finocchi e insalate primaverili, come la lattuga.