Cibi che fanno gonfiare

Cibi che fanno gonfiare

Ricette di cucina drenanti per perdere peso

A chi non è capitato dopo la fine di un pasto, di alzarsi da tavola con una sgradevole sensazione di gonfiore. Questo succede perché spesso consumiamo alcuni cibi che hanno proprio la caratteristica di farci gonfiare. Ed è per questo motivo che sarebbe meglio evitarli o comunque consumarli con moderazione. Ma quali sono questi cibi? Andiamo a scoprirlo in quest’articolo.

I fagioli

Questo particolare legume contiene un’elevata quantità di proteine e carboidrati sani. Essi inoltre sono anche molto ricchi di fibre e diverse vitamine e minerali. I fagioli però contengono gli oligosaccaridi; ovvero degli zuccheri caratterizzati da grandi molecole che il nostro organismo da fatica a digerire. Questo è dovuto principalmente alla mancanza di un enzima particolare, che ha proprio la funzione di trasformare questi zuccheri composti in zuccheri più semplici.

Ecco perché appena i fagioli arrivano nell’intestino, vengono metabolizzati dai batteri che vivono all’interno di esso. Questo processo però va a produrre un fastidioso gas che da poi origine al classico gonfiore addominale.

In ogni modo questo non vuol dire che bisogna eliminare del tutto i fagioli dalla nostra dieta, al contrario dovrebbero essere consumati con una certa continuità. Per ovviare al problema del gonfiore, esistono delle particolari tecniche per rendere questo cibo un po’ più digeribile.

Una di queste è lasciare i fagioli, così come altri tipi di legumi a bagno nel l’acqua (ambiandola spesso) per molte ore prima di consumarli. Un altro trucco è invece quello di accompagnare la cottura dei fagioli con le patate; esse infatti sono capaci di assorbire gli zuccheri residui.

Vi ricordiamo poi che alcuni tipi di fagioli risultano più digeribili come per esempio i fagioli borlotti o i fagioli neri; soprattutto poi se come tenuti per diverse ore nell’acqua come vi abbiamo suggerito.

Le lenticchie

Anche le lenticchie fanno parte di quella categoria di legumi che può farci gonfiare. Esse sono ricche di proteine, fibre e carboidrati sani; inoltre contengono anche diversi minerali come il ferro rame e magnese.

Come i fagioli però anche le lenticchie contengono degli zuccheri complessi da digerire, e proprio quest’ultimi possono contribuire all’eccessiva produzione di gas e gonfiore addominale. Anche in questo caso il trucchetto di immergerle per qualche ora nell’acqua prima di consumarle, può facilitarne la digestione.

Il grano

Il grano è ricco di glutine, e spesso parecchie persone ignorano il fatto di essere particolarmente sensibili a questa sostanza contenuta in pane, pasta, pizza e dolci. Il grano, nelle persone con una particolare sensibilità ad esso provoca importanti problemi digestivi tra cui gonfiore, gas, diarrea e dolori allo stomaco.

Se anche voi siete tra le persone che riscontrano questo tipo di problemi mangiando il grano, sappiate che ad esso vi sono molte altre alternative senza glutine. L’avena pura, la quinoa, grano saraceno, farina di mandorle e farina di cocco sono alcuni esempi.

Broccoli ed altre verdure crocifere

La famiglia delle verdure crocifere comprende broccoli, cavolfiori, cavoli, cavoletti di Bruxelles e molti altri.

Sono molto salutari e contengono molti nutrienti essenziali come per esempio fibre, vitamina C, vitamina K, ferro e potassio. Al contempo però questi alimenti contengono dei particolari carboidrati che risultano alquanto difficili da digerire. E sono proprio questi carboidrati la causa principale del gonfiore. È importante che sappiate che cucinare le verdure crocifere le rende ancora più difficili da digerire. Quindi in alternativa potrete mangiare invece spinaci, patate dolci, zucchine, cetrioli e lattuga.

Latte e latticini

Il latte è un alimento parecchio nutriente ed un’ottima fonte di calcio. Tuttavia, si è stimato che l’organismo del 75% della popolazione mondiale, non sia in grado di scomporre correttamente il lattosio; ovvero lo zucchero presente nel latte. Questa condizione è nota proprio come intolleranza al lattosio.

Chi soffre d’intolleranza al lattosio, assumendo latte o formaggio potrebbe andare incontro a gravi problemi digestivi, i cui sintomi includono: gonfiore, gas e diarrea. Nel caso in cui soffriate di intolleranza al lattosio, vi consigliamo di consumare prodotti senza lattosio, oppure cibi manipolati come panna, burro o a base di latte fermentato come lo yogurt.

In commercio poi sono disponibili anche prodotti a base di latte senza però la presenza del lattosio. Altre alternative al latte normale possono anche essere il latte di soia, latte di cocco, latte di riso o di mandorle.

Le mele

Le mele sono tra i frutti più popolari al mondo. Esse sono ricche di fibre, vitamina C ed anche antiossidanti. Questo è però un frutto che potrebbe anche causare gonfiore ed altri problemi digestivi. La causa di ciò è il fruttosio e l’elevato contenuto di fibre.

Queste due sostanze, infatti, una volta arrivate nell’intestino crasso potrebbero fermentare e causare quindi gas e gonfiore. Le mele cotte potrebbero essere comunque più facili da digerire rispetto a quelle fresche.

Volendo potrete anche preferire le mele ad altri frutti come per esempio le banane, i mandarini, le arance, i pompelmi o le fragole.