Ciambellone a basso indice glicemico

Ciambellone a basso indice glicemico

Se volete gustare un dolce leggero e sfizioso, senza per questo rinunciare al gusto, il ciambellone a basso contenuto glicemico è quello che fa per voi. Ci sono molte varianti dell ciambellone a basso indice glicemico; nel nostro caso ve ne presenteremo due in particolare che soddisferanno il vostro palato, senza farvi assumere un’eccessiva quantità di zuccheri.

Questa ricetta è adatta sia alla colazione che alla merenda, molto adatta alla stagione autunnale e invernale. Se siete golosi e amate prepararvi da soli i vostri pasti, con il ciambellone a basso contenuto glicemico avrete l’occasione di farlo in maniera salutare.

Oltre a fare bene a voi, farete bene anche agli ospiti che vorranno gustare con voi questa ricetta, che rappresenta una variante del classico ciambellone che tutti conosciamo.

Il risultato sarà quello di mangiare un prodotto molto più salutare di qualunque altra cosa voi possiate trovare in commercio, non solo per la qualità delle materie prime, ma per il valore aggiunto dato dalla preparazione in casa.

Come fare un ciambellone light

Passiamo ora ad elencare gli ingredienti che dovrete usare per questo ciambellone privo di zuccheri e ricco solo di grassi buoni che aiutano a mantenere alto il livello del nostro colesterolo HDL, e basso il nostro indice glicemico

Farina macinata a pietra di tipo 2 circa 400 gr.

  • Farina di mandorle, circa 50 gr.
  • Cannella (quanto basta e a seconda del vostro gusto)
  • Uvetta circa 150 gr.
  • Un vasetto da 125 gr. di yougurt bianco completamente magro e senza zucchero
  • Un uovo
  • Latte di avena quanto basta
  • Olio Extra Vergine di Oliva spremuto a freddo casereccio
  • Una bustina di lievito in polvere
  • Tempo di preparazione 10 minuti
  • difficoltà: media

come dicevamo le proprietà degli ingredienti che vi abbiamo elencato sopra sono adatte per tutti perchè servono a garantire un apporto equilibrato dei valori nutrizionali gestendo al meglio l’innalzamento glicemico. Il risultato sarà quello di liberare l’energia che vi occorre lentamente senza generare infiammazione o cali dell’energia vitale. La farina macinata a pietra biologica di tipo 2, pur essendo frumento è sana e non sbiancata chimicamente come quella 0 o 00 e soprattutto non le viene tolto il nutrimento dal chicco, oltre a non subire violenza perchè con la macinatura a pietra non viene alterato il suo contenuto.

Farina di mandorle e cannella per abbassare la glicemia

La farina di mandorle è uno degl ingredienti più utili di questa ricetta; ha la splendida proprietà di modulare l’innalzamento del picco glicemico oltre ad essere ricca di grassi buoni per il nostro organismo, la stessa cosa dicasi per la cannella: modula l’innalzamento rapido della glicemia. Il sapore dolce del ciambellone lo sentirete dall’uvetta biologica, essendo uno zucchero della frutta che non è artificiale come il saccarosio o lo sciroppo di glucosio.

Per la preparazione di questo dolce leggero e salutare, iniziate mettendo a mollo per un pò l’uvetta, giusto per il tempo che vi occorre per mischiare gli altri ingredienti.

In un contenitore apposito unite l’uovo con la cannella e lo yougurt e miscelateli bene con il frullatore, dopodichè aggiungete la farina di tipo 2 e quella di mandorle e l’uvetta che nel mentre si sarà ammorbidita e procedete amalgamando bene tutti gli ingredienti.

A quel punto per amalgamare bene l’impasto aggiungete l’olio che come quantità dovrebbe essere all’incirca un bicchiere; continuate a miscelare tenendo d’occhio il composto che dovrebbe essersi leggermente fluidificato.

Il tocco finale lo avrete unendo al tutto il latte di avena, nella quantità che basta a garantirvi la possibilità di versare nella terrina il preparato senza sforzo.

Per finire unite il lievito che avrete reso perfettamente fine setacciandolo in un passino. Ungete lo stampo per il ciambellone con l’olio di arachide, versate il contenuto e infornatelo nel forno già caldo a 170° per circa 50 minuti. Aspettate che si raffreddi bene, mettetelo in un piatto e gustatelo.

Un’altra alternativa al classico ciambellone, che è sempre ingrado di contenere l’indice glicemico è il ciambellone integrale all’acqua; un dolce leggero e gustoso che non prevede l’utilizzo di uova, burro e zucchero, ed è adatto alle persone che non possono assumere questi ingredienti nella loro alimentazione.

Ricetta ciambellone con poche calorie

In questa ricetta non si sente troppo la mancanza dello zucchero e, a dire il vero non vi mancheranno troppo neanche le uova e il burro; il dolce può essere infatti aromatizzato con la scorza grattugiata del limone e con del cioccolato fondente tritato. Potrete anche provare altri abbinamenti, ad esempio arancia e cioccolato, vaniglia e limone e molto altro.

Ecco gli ingrdienti:

500 g Farina Integrale (macinata a pietra)

500 ml Acqua

120 ml Sciroppo Di Agave

90 ml Olio Extravergine D’oliva

100 g Cioccolato Fondente

1 bustina Lievito Per Dolci

1 Limone (Scorza e succo filtrato)

Versate la farina integrale macinata a pietra in una ciotola insieme al lievito setacciato. In un secondo momento aggiungete l’acqua, la scorza del limone grattugiata e il succo filtrato, lo sciroppo d’agave, l’olio etravergine d’oliva e mescolate bene il tutto con le fruste elettriche fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Nel frattempo tritate il cioccolato fondente anche con un coltello e versatelo nell’impasto. Mescolate il composto con cura, usando un cucchiaio di legno in modo da distribuirlo perfettamente, quindi prendete uno stampo per ciambellone, meglio se in silicone così eviterete di oliarlo ulteriormente. Versate il contenuto all’interno e livellatelo bene quindi mettete il dolce in forno preriscaldato a 180°C per 40 minuti. Trascorso questo tempo controllate il grado di cottura con uno stecchino e, se è cotto, sfornatelo e lasciatelo raffreddare.Una volta freddo, toglietelo dallo stampo e servite il ciambellone integrale. Questo dolce come conservazione si può porre sotto una campana di vetro per al massimo 4-5 giorni. Se preferite, potete provate a prepararlo con diversi tipi di aromi o realizzare la versione al cacao, semplicemente sostituendo circa 30 grammi di farina con la stessa quatità di cacao amaro. Una particolarità di questo dolce è data dalla farina integrale, che aumenta il senso di sazietà, perchè è ricca di fibre, e se macinata a pietra, conserva meglio le sue proprietà. Altro ingrediente particolare è lo sciroppo d’agave, che ha un bassissimo indice glicemico. Questo significa che potete usarlo senza far aumentare la vostra produzione di insulina, di conseguenza gli zuccheri nel vostro sangue non verranno alterati; questa caratteristica contribuisce a renderlo il dolce ideale per la vostra colazione, specialmente se soffrite di diabete.