Secondo con contorno: carne alla pizzaiola e patatine artigianali croccanti

Secondo con contorno: carne alla pizzaiola e patatine artigianali croccanti

Carne alla pizzaiola : Ingredienti per tre persone

1 kg di fettine di carpaccio magro possibilmente
Due cucchiai colmi di capperi sottaceto
Vino binco q.b.
Cipolla arancione a dadini o a fette.
Tre cucchiai colmi di passata di pomodoro 
Un bicchere colmo d’acqua tiepida
Olio d’oliva q.b.
Sale grosso q.b. attenti ai capperi sono salati. Non eccedere con il sale.
Pepe nero di caienna q.b.
Una padella anti aderente.
Ps. Assaggiate sempre. Poi condite.

Procedimento: Prendete la padella unite l’olio e la cipolla e mettete sul fuoco a media potenza. Fate imbiondire senza bruciarla. Unire ora la carne che con una forbice al momento taglierete a quadrotti. Ora soffriggete. E aggiungete un po di sale grosso senza eccedere. Assaggiate e in fine completate il condimento. Adesso unite il vino. Girate e fate cuocere qualche minuto e unirsi ai sapori. Adesso unite la passata tutta insieme, girate e allungate con acqua tiepida. Fate consumare. Lasciando cremosa la carne. Adesso assaggiate e se ancora cruda. Cuocerla, allungando con acqua tiepida. Se cotta ma occorresse, salate ancora sempre q.b. occhio. Spegnete. E lasciate un piccolo sughetto ristretto. 
Consiglio personale: io amo mangiare questo piatto accompagnato da un ottimo vino rosso nero d’avola.

Patatine fritte croccanti
(come confezionate)

Ingredienti per 4 persone

4 grandi Patate rosse con buccia
1 litri di Olio di semi di girasole e 200 gr circa d’oliva.
Un grande canovaccio o carta assorbente.
Una ciotola e scola pasta.
Sale Marino fino.

Procedimento: prendere la ciotola e scola pasta insieme. Unirli. Adesso prendere le patate e pagarle dalla terra. Solitamente sono molto terrose. Asciugare e non sbucciare. Prendete un coltello da pane , un tagliere e tagliate sottilissime le patatine a rondelle lasciando nel bordo la buccia in fine sarà buonissima. Ora fare il primo strato nello scola pasta e salare con il fino q.b e proseguire finendo tutte le patate.Ora fare scolare girando le patatine. In fine passato il tempo in posa. Mettere su un canovaccio e sopra il primo strato carta assorbente a più pezzi ispessiti. Uno sull’altro per assorbire più possibile l’ambito in eccesso che fuori esce dalle rondelle di patate. Ora proseguire con gli altri strati asciugando x un altra ora. In fine accendete il fornello alla massima velocità quello grande Se possibile l’olio deve bollire ma essendo di semi non fuma. Quindi per accorgersi che sia caldo immergere un pezzo di patatina piccolo se fa le bolle è pronto. Immergere una dieci patatine massimo x volta. Devono avere spazio a sufficienza e essere girate fino a dorare da tutte e due i lati. Ora in un vassoio mettere tanti strati di carta assorbente dove metterete a scolare le patatine. Usare una schiumarola per togliere le patatine dall’olio bollente. Scolate bene prima nella pentola l’eccesso. 
Vi Raccomando. 
Non salate prima. Assaggiate una patatina e se risulta salata al giusto, non Salate. Logico. ( Ps. Vi risulta salata perché prima è stata in posa sotto sale e quindi tutte saranno salate. Occhio non dimenticate.Dopo sarebbe eccessivo. 
Proseguire per tutte le patatine stesso metodo. Servire caldissime appena uscite e ben scolate. In fine scuotere la ciotola facendo mischiare tutte le patatine che si gireranno asciugandosi da tutti i lati sulla carta negli strati. Sicuramente vi è rimasto dall’olio sopra.