I carboidrati mi gonfiano: sarà ritenzione idrica?

I carboidrati mi gonfiano: sarà ritenzione idrica?

Mangiare troppi carboidrati fa aumentare il gonfiore di stomaco e la ritenzione idrica. Questo disturbo è dovuto a molteplici cause, come allergie e intolleranze alimentari o problemi nella circolazione, ma nella stragrande maggioranza dei casi il fattore scatenante è riconducibile a un’alimentazione scorretta.

L’eccesso di sale nella dieta e l’abuso di zuccheri e farinacei raffinati sono i motivi principali della comparsa della ritenzione idrica. Per questo motivo bisognerebbe ridurre la quantità di sodio assunta con l’alimentazione, stando attenti a quello “nascosto” nei cibi e non solo al sale che aggiungiamo noi nelle pietanze, e preferire i cereali integrali a quelli raffinati e tutti i cibi a basso indice glicemico.

In alternativa, può essere utile la strategia di abbinare i cibi con indice glicemico più alto con fonti di fibra, verdure, proteine, in modo da abbassare il carico glicemico.

Esistono poi alcuni alimenti che possono rivelarsi dei validi alleati contro il gonfiore e la ritenzione idrica: yogurt, anche due al giorno; te verde, prezioso contro il gonfiore; porri, fra i cibi più drenanti che esistano; pesce, meglio se cotto al vapore; legumi, ricchi di fibre, aiutano la regolarità; grano saraceno, ottima alternativa alla pasta e delizioso nelle insalate; finocchio, dalle proprietà depurative e sgonfianti, al vapore o crudo; cavolo rosso, buonissimo stufato; ananas, fresco oppure sotto forma di infuso.
Come infusi segnaliamo anche quelli a base di ortica, borragine e malva.

RICETTA FARFALLE E ZUCCHINE

Frittura di pesce misto

Cous Cous alla Trapanese