Brasato al Barolo

Brasato al Barolo

Il brasato al Barolo è uno dei piatti più caratteristici della tradizione culinaria piemontese. Il Barolo, infatti, è il vino tipico di questa regione. La bontà di questa ricetta è ben nota anche all’estero, tale da essere una delle più amate della cucina italiana.
Preparazione: il segreto di un buon brasato al Barolo sta nella marinatura. Prendete la carne, asciugatela dall’eventuale residuo di sangue e sistematela in una ciotola abbastanza capiente. Unite le verdure mondate e tagliate a cubetti, aggiungete le spezie e il Barolo, coprite con della pellicola trasparente e lasciate riposare per 12 ore in un luogo fresco e asciutto.
Trascorso il tempo necessario, prelevate la carne, adagiatela su un tagliere e asciugatela con della carta da cucina. Traferitela poi in un tegame in cui avrete fatto sciogliere il burro e fatela cuocere per 5 minuti per lato. Scolate le verdure della marinatura, mettetele con la carne e continuate la cottura per 15 minuti. Regolate di sale.
Versate la marinatura, coprite con un coperchio e proseguite la cottura a fuoco dolce per due ore. Una volta pronta, togliete la carne dal tegame e tenetela al caldo da parte. Mixate le verdure con il vino e mettete il tutto sul fuoco per farlo addensare. Regolate di sale.
Servite la carne versandoci sopra questo sughetto.
Ingredienti:
1 kg di carne bovina (vena o cappello di prete)
40 g di burro
1 bottiglia di vino Barolo
3-4 cucchiai di olio
2 carote
2 costole di sedano
1 cipolla
1 spicchio d’aglio
1 rametto di rosmarino
3 chiodi di garofano
2 foglie di alloro
cannella
sale
pepe