Banane come conservarle e come cucinale

Banane come conservarle e come cucinale

Banane dove crescono

La banana è il frutto più consumato al mondo. Ogni anno vengono infatti in tutto il mondo vengono consumate circa 10 milione di tonnellate di banane, il che le rende il più importante alimento di base. Le banane sono anche il quarto prodotto agricolo per importanza in borsa, e arrivano dopo i cereali, lo zucchero, il caffè e il cacao.  Ma vi siete mai chiesti dove cresce questo squisito frutto?

Anche se si trovano nei mercati nostrani, le banane come tutti sapete non sono originarie del nostro territorio, ma crescono in tutti i paesi tropicali. Il continente indiano, poi è il più grande coltivatore di banane al mondo; infatti circa una banana su quattro cresce proprio in India. Le banane sia possono anche trovare in Uganda, Cina, Ecuador, Costa Rica e Colombia. questi paesi sono i più gradi esportatori, ma non i maggiori coltivatori.

Banane cosa sapere

Le banane sono una buona fonte di potassio magnesio e vitamina B6, sostanze indispensabili al nostro organismo per mantenersi in salute. Le banane, però sono anche ricche di antiossidanti, che ci aiutano a combattere al meglio l’azione dei radicali liberi. questo frutto aiuta anche a perdere peso e rafforza il sistema nervoso. Inoltre visto che sono molto ricche di vitamina B6, le banane aiutano anche nella produzione di globuli bianchi.

Abbiamo visto quanto questo frutto sia ricco di proprietà che fanno bene al nostro corpo, ma le banane donano anche ottimi benefici a coloro che le consumano regolarmente. In primo luogo aumentano il senso di sazietà. Grazie a delle speciali fibre vegetali, questo è un frutto che ci aiuta a mantenerci sazi più a lungo. 

Fare uno spuntino con una banana è estremamente salutare, soprattutto per gli sportivi che dovrebbero mangiarla almeno un’ora prima dell’allenamento. Le banane, poi fanno bene anche al cuore, in quanto il potassio aiuta a regolarizzare il battito cardiaco. Il potassio inoltre aiuta a proteggere il sistema cardiovascolare dall’ipertensione.

Altro beneficio donato dalle banane, è quello di ridurre lo stress. Esse infatti contengono una sostanza chiamata triptofano, che il nostro corpo converte poi in serotonina. Quest’ultima è un neurotrasmettitore che ci aiuta a ritrovare il buon umore, e anche a dormire meglio.

Un altro beneficio che possiamo trarre da questo frutto è la protezione della vista. Le banane tra le altre cose contengono anche vitamina A, importantissima per gli occhi perché aiuta a mantenere una buona capacità visiva.

Come conservare le banane

Nel banco del fruttivendolo è possibile trovare banane di un bel colore giallo intenso, altre che presentano la punta verdina, e altre ancora che hanno sulla buccia delle macchioline marroni. Tutti e tre i tipi sono ottime da mangiare, con la differenza che quelle dalla buccia gialla intensa risultano essere le più dolci. Se volete conservarle più a lungo, vi consigliamo di riporle in frigo, perché anche se la buccia diventerà un po’ più scura, la polpa rimarrà comunque soda e squisita.

Nel caso in cui le banane dovessero risultare troppo acerbe, potete farle maturare mettendole in una busta di carta. Poi se all’interno di essa mettete anche un pomodoro o una mela, matureranno ancora più in fretta.

Banane: come utilizzarle in cucina

Le banane in cucina risultano essere davvero un ingrediente versatile, con cui potrete realizzare davvero moltissimi piatti. Quelle più mature per esempio sono le più indicate per realizzare un gustosissimo e fresco frullato di bananaRealizzare questo frullato è piuttosto semplice: frullate insieme 10 datteri biologici denocciolati e 2 banane mature e dolci. Mettete anche un cucchiaino di cacao in polvere ed un pochino di latte. Potete utilizzare del latte tanti tipi di latte: il latte vaccino, quello di riso o di mandorla e in sostituzione di esso per rendere il frullato meno calorico potete anche utilizzare dell’acqua fresca naturale.

Un’altra ricetta gustosissima da preparare utilizzando questo frutto, è il french toast con banane e nutella; una vera squisitezza. Anche questa ricetta è molto facile da realizzare: prendete due fette di pan brioches e farcitele con nutella e banana schiacciata con la forchetta. Richiudete il toast e fatelo tostare in una padella anti aderente un minuto per lato, in questo modo la nutella si fonderà a regola d’arte. Se poi volete rendere il vostro french toast ancora più goloso, aggiungeteci dentro un pezzetto di marshmallows e aspettate che fonda.

Anche i muffin alla banana sono un dolce davvero succulento, e sono perfetti ad esempio per un bel picnic all’aria aperta. Per realizzarli cominciate a mescolare 3 banane schiacciate con 2 uova, 130 grammi di burro, 250 grammi di farina, 90 grammi di zucchero e una bustina di lievito vanigliato per dolci, e due cucchiai di yogurt bianco. Fatto questo mettete il composto bello liscio negli stampini  per muffin e cuocete in forno a 180 gradi per circa 15 minuti.

Ma con le banane, potete anche realizzare un buonissimo gelato, o un frozen yogurt.  Tagliate le banane a rondelle e mettetele in freezer a rassodare per tutta la notte. Il giorno seguente, mettete le banane congelate nel frullatore, aggiungete o latte o yogurt, un cucchiaio di nutella e frullate.

Un’altra ricetta appetitosa a base di banana viene direttamente dall’America e si chiama banana bread, cioè pane alla banana. È un dolce che potrete cuocere nello stampo dei plumcake, ed è davvero facile da realizzare. frullate bene tre banane e poi mescolatele insieme a 80 grammi di burro, un cucchiaio di burro di arachidi, 160 grammi di zucchero, 2 uova intere, 200 grammi di farina integrale, 2-3 cucchiai di yogurt e una bustina di lievito per dolci.  Se volete, potete Arricchire l’impasto con uvetta oppure con noccioline salate, per renderlo veramente goloso.