Arrosto con Galbanino

Arrosto con Galbanino

Per prima cosa bisogna pulire le coste e separare le foglie dal gambo. Lavarle e lessare le foglie ed i gambi in acqua salata lasciandole al dente. Tenere da parte i gambi.

Mettere le foglie delicatamente su un canovaccio da cucina ad asciugarsi un poco.

Posizionare le foglie in uno stampo lungo (io uso quello di polistirolo dei bon roll) rivestendolo e lasciando parte delle foglie all’esterno. Mettere all’interno dei pezzetti di galbanino che sciogliendosi terrà assieme le foglie.

Tagliare a pezzi qualche fetta di galbanino ed il petto di pollo lavato e asciugato.

In una ciotola mescolare la ricotta insieme alla carne trita e unire il galbanino ed il pollo.

Aggiungere un pizzico di sale e di aromi in polvere, i funghi tagliati insieme ai gambi delle coste tagliati a pezzi.

Mettere anche le uova e mescolare bene insieme a qualche cucchiaiata di pan grattato.

Versare il composto all’interno delle foglie, picchiettare sul tavolo per evitare vuoti d’aria.

Mettere ancora dei pezzetti di Galbanino e rivoltare le foglie per chiudere.

Riavvolgere l’arrosto con altre foglie, metterlo nella carta stagnola e inserirlo nelle buste x arrosto.

Mettere la busta con l’arrosto dentro una padella, coprire con acqua e cuocere per circa 30 minuti lasciando il coperchio.

Trascorso questo tempo, togliere dal fuoco e lasciar raffreddare.

Tagliare a fette.

Mettere il soffritto in una padella con una noce di burro, lasciar soffriggere e unire il vino. Far evaporare, inserire le fette di arrosto, scaldare e servire.

NOTA: A parte alcuni ingredienti di base questo tipo di arrosto si presta a diversi “composti” lasciando inalterato l’ottimo risultato.

Ingredienti (x 4):

1 cespo di coste a foglia larga

soffritto misto

200 g. di carne trita di maiale

1 fetta di petto di pollo

pan grattato

2 uova

50 g. di ricotta

30 g. di funghi

aromi in polvere

Galbanino

1 tazzina da caffè di vino bianco

Preparazione di Vincenzina Rocchella.