Allergia al lattosio sintomi

Allergia al lattosio sintomi

L’intolleranza al lattosio è una delle intolleranze più comuni e si verifica quando l’apparato digerente non è in grado di digerire il lattosio, il principale zucchero del latte. Ciò avviene per la mancanza di un enzima, la lattasi.

I neonati producono questo enzima e quindi sono in grado di digerire il latte, compreso quello materno.
L’intolleranza al lattosio può presentarsi in periodi diversi della vita: dopo i tre anni in alcuni casi, dopo i cinque in altri, ma ci sono anche molti adulti che diventano intolleranti al lattosio dopo i 30 anni.

Intolleranza al lattosio: i sintomi

Se il lattosio non viene correttamente digerito, si possono verificare i seguenti sintomi: crampi e gonfiore addominale; flatulenza; diarrea; feci con cattivo odore.

I sintomi compaiono solitamente da 30 minuti fino a 2 ore dopo l’assunzione di lattosio.
Questi sintomi tendono a scomparire man mano che si elimina o riduce il consumo di latte e derivati: è questa l’unica cura contro l’intolleranza al lattosio.

Il lattosio non sempre deve essere completamente eliminato, perché ogni individuo ha una soglia oltre il quale compare il disturbo, ed è in rapporto a questa che si modifica la propria dieta.
Molte persone, ad esempio, dicono di tollerare lo yogurt perché ha un basso contenuto di lattosio, oppure riescono a bere piccole quantità di latte senza avere effetti collaterali.